Analisi Dei Rischi InformaticiAnalisi Dei Rischi InformaticiAnalisi Dei Rischi Informatici
Bologna, Italy
(dalle 8 alle 22)
Analisi Dei Rischi InformaticiAnalisi Dei Rischi InformaticiAnalisi Dei Rischi Informatici

Ricatto sessuale online sextortion : cosa fare e cosa non fare

Risolvi il problema del Ricatto sessuale online sextortion con il nostro protocollo anti-estorsione

Scopri come difenderti se sei vittima di un ricatto sessuale dopo videochat, divulgazione di immagini o messaggi email : consigli pratici e risolutivi.

Usufruisci di un servizio professionale con assistenza legale anche internazionale di lunga esperienza, nei casi di estorsione o ricatto sessuale online, chiamato anche sextortion o sex extortion. Richiedi subito assistenza informatica e legale nei casi di ricatto sessuale o sextortion o estorsione sessuale. In particolare vi informeremo su cosa fare e cosa non fare per difendersi da tutte le principali tipologie di sextortion : da quella con ricatto sessuale tramite lo scambio di immagini di nudo o la registrazione di un video da parte degli estorsori dopo una videochat online a quella con porno ricatto, ovvero una email con richiesta di pagamento in bitcoin.

Ricatto sessuale online sextortion : cosa fare e cosa non fare
Ricatto sessuale online sextortion : cosa fare e cosa non fare

1) Il porno ricatto, ovvero una email con richiesta di pagamento in bitcoin nella quale vi viene detto che siete stati “scoperti” a visitare siti porno oppure scrivono che il tuo dispositivo è stato violato dagli hacker ed hanno accesso al tuo sistema operativo. Dicono anche di aver già scaricato tutte le informazioni riservate della vostra cronologia di navigazione e di aver installato un virus nel vostro computer (un trojan o malware) tramite il quale avrebbero avuto accesso alla webcam riuscendo a filmarvi in atti intimi. Se l’utente non paga entro 48 un riscatto di x dollari in bitcoin (la moneta digitale), i criminali diffonderanno le immagini a tutti i suoi contattati, dunque amici, parenti e colleghi di lavoro. In caso abbiate ricevuto questa email sappiate che si tratta di una frode.  Leggere questo articolo prima di richiedere assistenza per una possibile frode “Gli hackers hanno accesso al tuo dispositivo. Controlla i dettagli al più presto! : MINACCIA che PROVIENE DALLA TUA STESSA EMAIL”  Quindi mantenete la calma poichè il criminale non dispone affatto di alcun filmato ; non pagate alcun riscatto: pagarlo significherebbe ricevere altre minacce e altre richieste di denaro; cambiate la password della vostra email, sceglietene una particolarmente complessa e attivate l’autenticazione a due fattori ; seguite molti altri consigli utili proposti nella pagina del “decalogo del buon navigatore online” [ click qui ] e proteggete la vostra videocamera del telefono o del computer approfondendo la lettura di questo articolo Video Ricatti : quando la webcam o fotocamera ti spia veramente [ click qui ] perchè anche se la comunicazione del porno ricatto tramite email solitamente è una frode è comunque tecnicamente possibile installare un malware sul vostro computer che vi riprende a vostra insaputa (nell’articolo sui video ricatti sopra indicato vi mostriamo come evitare di essere vittime del Camfecting e RAT o Trojan di accesso remoto, processi nei quali si tenta di hackerare la webcam di una persona e di attivarla senza il suo permesso).

2) Il ricatto sessuale dopo violazione di accesso è quel ricatto che avviene dopo un attacco diretto alla vostra videocamera del telefono, alla webcam del vostro computer o all’impianto di videosorveglianza della vostra casa. Approfondite l’argomento leggendo questo articolo : Video Ricatti : quando la webcam o fotocamera o impianto di videosorveglianza ti spia veramente [ click qui ]

3) Il ricatto sessuale dell’ex – revenge porn o minacce di pubblicare da parte del partner che avete lasciato.  Il revenge porn consiste nella pubblicazione, o minaccia di pubblicazione di fotografie o video sessuali da parte dell’ex, senza che ne sia stato dato il consenso dal diretto interessato, ovvero la persona o una delle persone coinvolte. Se il tuo ex sta minacciandoti di pubblicare tue foto o video su internet puoi ricorrere alla diffida legale online [ click qui ]. La diffida viene utilizzata sia per richiedere la cancellazione delle vostro foto, sia per annunciare eventuali azioni legali qualora venissero pubblicate vostre immagini pubblicamente, con indicazioni sulle pene previste dalla legge italiana e l’aggravante di aver già avvisato l’interlocutore che non potrà addurre alcuna scusa o non conoscenza dei reati ai quali sarebbe andato incontro. Se volete approfondire l’argomento “Revenge Porn : assistenza informatica legale con rimozione di video ed immagini da internet e gruppi whatsapp”

4) Il ricatto sessuale classico in video chat su messenger, su hangouts, su skype … In questo caso l’estorsione o ricatto sessuale avviene dopo chat o videochat, tramite lo scambio di immagini di nudo o la registrazione di un video. L’estorsione è un reato plurioffensivo, in quanto lede sia gli interessi patrimoniali della vittima, sia la propria libertà di autodeterminazione e genera un notevole aumento dello stress emotivo di una persona che vive nell’angoscia costante di vedere pubblicato online del materiale compromettente o inviato ai propri amici o conoscenti un video o un’immagine che la ritrae senza veli.

In questo pagina ci dedichiamo proprio a questo ultimo punto e vedremo insieme cosa fare e cosa non fare nei casi di estorsione sessuale avvenuta su chat o videochat online, tramite lo scambio di immagini di nudo o la registrazione di un video. Il nostro servizio nasce per mettervi in guardia sui pericoli della rete o per aiutarvi, se ne siete stati vittime, ed impedire che lo sbaglio di un momento rovini la vostra vita.

Vi illustreremo le modalità con le quali una persona viene adescata in una Sextortion (*) o estorsione sessuale o ricatto sessuale tramite chat o videochat e come uscire dal problema senza compromettere la reputazione.

(*) Sextortion è una parola molto recente ed ancora poco conosciuta che sta per “ricatto sessuale”, si tratta di uno dei pericoli più nuovi ed inquietanti del web. La cosa più preoccupante è che sta mietendo vittime non solo tra i giovanissimi ma anche tra uomini e donne di tutte le età. È un fenomeno in crescita, da considerare e prevenire soprattutto nell’ottica della tutela dei minori. Molto utili a tal riguardo le infografiche di informatica legale che abbiamo realizzato e che potete scaricare a questa pagina [ click qui ] – Vi invitiamo a condividere con i vostri contatti.

MINACCE DI PUBBLICAZIONE VIDEO SESSUALE : come avviene il ricatto sessuale su skype, hangouts, whatsapp o messenger

Ecco come avviene una Sextortion o estorsione sessuale o ricatto sessuale tramite chat online:

  • Si inizia con la richiesta di amicizia da parte di una donna intrigante o di un uomo di bell’aspetto, solitamente su facebook o su siti di incontri online. In realtà l’uomo o la donna che contatteranno la vittima non sono reali. Dietro si maschera un uomo che ha già immagini e registrazioni da mostrare al malcapitato che pensa erroneamente di parlare con una persona in carne ed ossa ed in tempo reale.
  • Una volta accettata l’amicizia si viene attirati in una chat privata esterna al sito di primo contatto, ad esempio su skype, hangouts di google, whatsapp ma anche direttamente con videochiamata su messenger. Un complice nel frattempo copia tutta la lista dei vostri amici sul social network nel quale avete fatto l’incontro o cercando vostri dati online.
  • Entrati in chat l’utente misterioso inizia con domande dirette : “sei solo in casa?”, “hai per caso una webcam?”, “ti va di divertirti?”, “sono appena uscita dalla doccia, vuoi vedermi ?”…
  • La vittima viene ammaliata da una donna o un uomo che dall’altra parte hanno atteggiamenti sessuali provocanti ma al tempo stesso fanno credere che l’interesse sia reale
  • La vittima sempre più “intrigata” inizia a spogliarsi a sua volta … su richiesta dell’interlocutore
  • Dall’altra parte filmano e registrano il video compromettente. Al primo fotogramma nel quale riescono a vedere il viso della vittima e le sue parti intime fermano tutto.
  • L’utente misterioso mentre viene registrato il filmato, nel frattempo cancella il suo profilo dall’account social del contatto iniziale oppure si prepara a mandare subito un messaggio privato appena è disponibile il fotogramma con l’immagine di nudo.
  • Inizia l’estorsione vera e propria con la richiesta di denaro per non pubblicare il materiale scottante sui social o inviarlo agli amici, sempre suoi social o se trovano anche i recapiti ai vicini di casa della vittima ( in molti casi vengono indicati i nomi reali dei vicini della vittima, grazie ad una ricerca su internet, per rendere la richiesta più veritiera )
  • La cifra richiesta iniziale è solitamente molto alta, ma si riduce il più delle volte ad alcune centinaia di euro dopo contrattazione. Per i giovanissimi l’importo sarà molto più basso, ma il problema è che la richiesta economica non finirà mai e questo la vittima ancora non lo sa.
  • Per fare pressione psicologica vengono mostrati gli screenshot catturati, uno alla volta e mandati in successione per suscitare sempre più angoscia … e viene creato un legame costante con la vittima alla quale viene chiesto di inviare un messaggio di conferma ogni giorno fino al pagamento, solitamente su messenger hangouts o whatsapp. In questo modo la pressione sale e la vittima stremata dalla sudditanza psicologica cede e molte volte paga.
  • Come se non fosse abbastanza il ricattatore aggiunge la ciliegina sulla torta, e racconta della sorella a letto in ospedale che ha bisogno di cure perchè in fin di vita e che lo fa per lei o per lui. “se non mi aiuti mia sorella morirà” sono frasi comuni che utilizzano per fare leva su un altro motivatore psicologico : la compassione della vittima.
  • Il pagamento quando avviene, si avvale di circuiti internazionali non tracciabili come moneygram e western union oppure carte telefoniche da ricaricare su siti francesi ed i soldi vengono inviati a paesi solitamente africani con intestazioni di nomi non reali ed il più delle volte associati allo stesso cognome della vittima per rendere più veritiero lo spostamento di denaro. Anche il numero di cellulare che vi forniranno è un usa e getta quindi non si ottiene molto denunciando.
  • RICORDATEVI che non è sufficiente eliminare il proprio account o togliersi dai social per fermare l’azione degli estorsori. Se avete lasciato visibili i vostri contatti ed amici nel profilo social c’è la possibilità che li contattino comunque. Allo stesso modo eliminare il proprio account non è corretto nella eventualità vi creino un profilo finto. Su facebook ad esempio, se avete ancor attivo il vostro profilo potete segnalare il profilo fake e viene tolto subito, mentre se non è attivo il vostro profilo perchè vi siete cancellati, per eliminare il profilo finto devono segnalarlo almeno 15 amici ed il tempo di rimozione si allunga a uno o due giorni. Allo stesso modo è controproducente togliere l’indicizzazione di Facebook per il vostro profilo, infatti se l’estorsore crea un profilo falso con il vostro nome sarà il suo e non il vostro a comparire sui motori di ricerca. Per questi motivi vi forniremo le giuste misure di sicurezza per evitare la diffusione delle vostre immagini ai vostri contatti con una procedura oramai collaudata da anni, per evitare la creazione di profili finti con il vostro volto e la pubblicazione del vostro video su canali social e canali video esteri per i quali non esiste una censura diretta ed il materiale pubblicato rimane visibile ed indicizzato su google fino alla richiesta di rimozione ( cosa che purtroppo abbiamo riscontrato molte volte ).

Servizio Anti Ricatto Sessuale Sextortion

LA MINACCIA DI PUBBLICARE VIDEO O FOTO SU FACEBOOK O YOUTUBE O ALTRI SITI INTERNET ED INVIARLE A MIA MOGLIE O MARITO O AI MIEI AMICI E’ REALE?

Purtroppo si, anche se non esistono regole in merito. Le pubblicazioni ci sono e non sono così rare ! Se le pubblicazioni non fossero reali non esisterebbe neppure il nostro servizio. Ci sono estorsori che pubblicano subito lo screenshot di uno dei fotogrammi del video, altri che inviano messaggi privati ai congiunti più stretti con alcune immagini del filmato, altri che mostrano le anteprime di video su youtube ( tuttavia su youtube esistono dei filtri di censura automatici per cui questo è il canale meno preoccupante ), altri che pubblicano l’intero video su canali video esteri meno conosciuti ma ben indicizzati da google, dove ci sono meno controlli solo per dare una dimostrazione di forza e far cedere la vittima, altri che pubblicano senza dire nulla e non si fanno più sentire con la vittima solo per il gusto di farlo o per vendicarsi di male parole che le sono state rivolte, altri che minacciano ma poi non pubblicano anche grazie a tutte le procedure di “messa in sicurezza” che offriamo ai nostri clienti … ovviamente alcuni elementi incidono maggiormente in queste scelte, come ad esempio la posizione lavorativa della vittima, la sua visibilità online, la certezza che abbia una relazione e soprattutto la sua debolezza psicologica (maggiore è la paura e la sudditanza che viene percepita è maggiore sarà l’accanimento). Di certo possiamo indicarvi nei prossimi paragrafi cosa fare e cosa non fare in caso di ricatto sessuale. 

COSA NON FARE SE SI E’ STATI VITTIME DI UNA SEXTORTION

Cosa NON fare se si è stati vittima di una Sextortion, estorsione o ricatto sessuale sul web:

  • accettare il ricatto per il senso di vergogna, invece di denunciare ( vedremo più avanti la funzione della denuncia )
  • essere consapevoli del fatto che anche se pagate la richiesta di pagamento continua all’infinito. Anzi vi diremo di più, quando pagate il vostro nominativo finisce in una lista di maggiore valore ed in base all’importo che avrete versato sarete oggetto di più attenzioni da parte del “team degli estorsori” … Negli anni abbiamo appurato che esistono interi villaggi dedicati a questo scopo e sono purtroppo molto organizzati anche se l’interpol in collaborazione con la polizia di ogni nazione esegue operazioni di “bonifica” regolamente. Se avete un ruolo lavorativo di alto livello o se la moralità è un imperativo nella vostra professione, se pagate, siete i candidati ideali per contatti ripetuti nel tempo.
  • offendere l’estorsore con minacce o male parole. Si ottiene l’effetto opposto e dalla nostra esperienza anche una pubblicazione, in questo caso solo per vendetta.
  • Rivolgersi a siti che offrono assistenza gratuita senza che questi mostrino un numero di telefono per il contatto diretto e soprattutto senza esporre una privacy policy sul loro sito con tanto di nome e cognome ed email del titolare del trattamento ed una dichiarazione di riservatezza che vi tuteli davvero [ noi di informatica in azienda garantiamo la vostra riservatezza ancora prima di avere il contatto come potete leggere qui ] o che si propongono come esperti in revenge porn o web reputation e non conoscono il tema specifico delle estorsioni sessuali via chat che è molto diverso ( occorre ad esempio aiutare a mettere in sicurezza i profili social di chi è vittima di estorsione e sapere come proteggere i loro contatti, perchè i nostri clienti dopo aver superato questo brutto momento possono ritornare ad utilizzare facebook, instagram, twitter, youtube … senza dover rinunciare alla loro vita sociale per sempre ).

COSA FARE SE SI E’ STATI VITTIME DI UNA SEXTORTION

COSA FARE se si è vittima di una Sextortion o estorsione sessuale sul web

Le strade da seguire sono due : “azioni autonome” per chi NON ha possibilità economiche oppure “azioni di preparazione al nostro intervento” per chi può sostenere una piccola spesa ( “piccola” se paragonata ai continui pagamenti che vi richiederanno gli estorsori e se pensate a quante ore di lavoro e strumenti sono richiesti da parte nostra. Senza impegno potete contattarci per avere informazioni su modalità e costi ).

COME PROTEGGERSI DA UNA SEXTORTION IN MODO GRATUITO

A) Le “azioni autonome” per chi NON può sostenere una piccola spesa di assistenza informatica che noi offriamo sono :

  • SEGNALARE e BLOCCARE IL PROFILO DELL’ESTORSORE. Se l’estorsione è avvenuta su un social network avvisare subito il centro assistenza segnalando il profilo dell’estorsore e bloccandolo ( per facebook click qui – per skype click qui )
  • OTTENERE ELEMENTI PER LA DENUNCIA. Cercare di ottenere più elementi possibili sull’identità del vostro estorsore e salvare le conversazioni come prova. La denuncia alla polizia postale serve per tutelarvi in caso di pubblicazioni su domini italiani o siti per adulti ed avere un documento da mostrare per una rimozione veloce qualora fosse necessario o comunque per dovere morale nei confronti di chi potrebbe cadere nella stessa trappola e per permettere alle forze dell’ordine italiane di raccogliere quanti più elementi possibili per le operazioni congiunte di polizia internazionale che vengono eseguite con regolarità. Purtroppo la polizia italiana non ha giurisdizione sui paesi extra europei che sono i principali responsabili di questo tipo di estorsioni e non può intervenire direttamente se NON si hanno elementi identificativi certi come un indirizzo IP. Se si blocca semplicemente il truffatore, la vostra denuncia alle autorità italiane o all’interpol sarà contro ignoti e quindi poco efficace ( dovete sapere che se avete il numero di whatsapp estero dell’estorsore è di un telefono usa e getta senza identificazione, stessa cosa per il nominativo che vi verrà fornito per il pagamento su western union o moneygram … tutti dati inventati, senza alcun valore legale e creati solo per perseguire questo tipo di truffe ) e l’estorsore si potrà comunque rifare vivo anche dopo 1 mese per richiedervi nuovamente dei soldi ! Per questi motivi consigliamo di monitorare il web comunque. Molti clienti si sono rivolti a noi perchè pur essendosi tolti dal web hanno scoperto sui motori di ricerca di avere subito delle pubblicazioni che risultavano indicizzate e quindi pubbliche. 
  • PROVARE A RICHIEDERE SISTEMI DI PAGAMENTO RINTRACCIABILI. Si può provare anche se molto difficile ottenere risultati, a “stare al gioco” e richiedere all’estorsore di poter effettuare un bonifico piuttosto che un versamento su sistemi di pagamento non rintracciabili.
  • SPOSTARE LA CONVERSAZIONI SU UNA EMAIL. Richiedere di inviare una email al vostro indirizzo ( creandone uno nuovo che poi non userete più – la email che fornite sarà bruciata e non più utilizzabile ) con i dati per effettuare il pagamento, trovando una scusa, per poi analizzare le intestazioni tecniche del messaggio ed individuare l’Ip del mittente e la sua posizione geografica o comunque avere un elemento ulteriore di indagine da offrire alle forze dell’ordine. Un indirizzo email è un elemento molto utile per la denuncia ( da abbinare al nome del provider e all’ora di invio del messaggio ). Oltre all’analisi degli header di una email il nostro studio, nel servizio di assistenza vi permette di inviare anche delle email traccianti che identificano l’ip del ricevente. Contattateci per sapere come muoversi.
  • INVIARE UN MESSAGGIO INTIMIDATORIO. Inviare una email o una comunicazione tramite il canale con il quale siete stati contatti all’estorsore per impaurirlo, nella quale lo intimorite di aver individuato il suo indirizzo ip, anche se non lo avete fatto veramente. Poi bloccare l’utente e non leggere più i messaggi. Se volete assistenza a pagamento, il messaggio personalizzato ve lo creiamo noi ed è molto più efficace. Il nostro messaggio intimidatorio e tecnico, quando abbiamo ottenuto REALMENTE l’indirizzo IP dell’estorsore ( con tutti i dati necessari per una denuncia alle autorità internazionali ) è così ben strutturato che ed ha ottenuto fino ad oggi il 100% dei successi. Una volta ricevuto nessuno degli estorsori ha mai pubblicato qualcosa.
  • RENDERE PRIVATI E PROTETTI I VOSTRI ACCOUNT EMAIL E SOCIAL. E’ consigliato cambiare tutte le email con le quali siete venuti in contatto, rendere al massimo privato il vostro profilo facebook e di altri social (leggere la guida “Social ai massimi livelli di sicurezza” [ click qui ]) e soprattutto oscurare la lista degli amici rendendola visibile solo a voi … e molte altre cose importanti che vi consiglieremo nel servizio di assistenza. Sconsigliamo di disattivare Facebook perchè se viene creato un account fake con il vostro nome e cognome il solo modo per farlo togliere subito è avere il vostro account attivo che dimostra la vostra identità ( se avete il vostro account attivo potete rimuovere un profilo fake in pochi minuti, ovviamente se si segnala l’accaduto in modo appropriato tra le diverse opzioni fornite dal social. Se non avete un account attivo la rimozione di un profilo fake richiede molte ore … e se non vi sono immagini di nudo esplicite da segnalare anche giorni ). Inoltre disattivare un account social se gli estorsori hanno già letto la lista dei vostri contatti e parenti non vi aiuta molto … grazie ai nostri consigli forniti nei pacchetti di assistenza vi diremo come evitare che i vostri contatti leggano i messaggi degli estorsori.
  • BLOCCARE SEMPRE. Bloccate questa persona da msn, skype, facebook, hangout, whatsapp … e segnalatela sempre ad ogni nuovo tentativo di contatto.
  • PROTEGGERE I VOSTRI CONTATTI. Avvisate i vostri contatti ma se lo fate con un messaggio poco credibile non sarà efficace, oltre che insospettirli su quanto accaduto veramente. Dopo tanti anni di esperienza abbiamo ideato il messaggio perfetto per evitare che i vostri contatti aprano i messaggi degli estorsori. Chiedi informazioni al nostro servizio di assistenza.
  • ATTENZIONE AL CELLULARE. Se i truffatori hanno il vostro cellulare perchè glielo avete fornito voi o perchè lo hanno trovato online in una ricerca sui motori ( controllate bene che il vostro telefono non sia pubblicato ), non rispondere mai e bloccare sempre. Se si fanno troppo insistenti cambiate numero.
  • CONTROLLARE IL WEB PER QUANTO POSSIBILE. Controllare in modo approfondito la presenza di eventuali pubblicazioni con i mezzi e le competenze di cui si dispone (che ovviamente non sono quelle di uno studio informatico come il nostro). Purtroppo negli ultimi periodi gli estorsori per dimostrare la veridicità dei loro intenti effettuano subito, prima ancora di richiedere dei soldi, delle vere pubblicazioni su blog e canali video, che se non rimosse vengono indicizzate da google. Il nostro studio è in grado di identificare queste pubblicazioni ( conosciamo già quali sono i siti preferiti per questo scopo ) e farle rimuovere subito. Non rispondere più per almeno 30 giorni a qualsiasi messaggio o richiesta di amicizia. Ovviamente, anche se non possono avere soldi da voi possono comunque per dispetto o vendetta pubblicare lo stesso le vostre foto o video. Purtroppo lo fanno spesso. Vi consigliamo quindi di controllare ogni 2 o 3 ore su tutti i canali web ( il nostro controllo è logicamente più assiduo e mirato ), da google a tutti i social network, ai canali video come youtube ai siti per adulti e tutte le più importanti piattaforme blog italiane e soprattutto francesi, nei quali potrebbe essere già stato pubblicato del materiale che vi riguarda.
  • Se tutti i punti sopra indicati richiedono più tempo e capacità di quelle che immaginavate potete richiedere il nostro servizio di ASSISTENZA ANTI ESTORSIONE E MONITORAGGIO DELLA REPUTAZIONE ONLINE ( vedere paragrafo successivo ) per intervenire subito ed evitare la pubblicazione. Attenzione : non pensate che se su google non viene rinvenuto il vostro video o immagini di essere sicuri che non siano state pubblicate sui social o sui siti per adulti. Google non indicizza tutti i post dei social network e/o dei siti per adulti e per farlo occorrono programmi specifici di cui noi disponiamo.
  • RICORDATEVI comunque che non è sufficiente eliminare il proprio account o togliersi dai social per fermare l’azione degli estorsori. Se avete lasciato visibili i vostri contatti ed amici nel profilo social c’è la possibilità che li contattino comunque. Allo stesso modo eliminare il proprio account non è corretto nella eventualità vi creino un profilo finto. Su facebook ad esempio, se avete ancor attivo il vostro profilo potete segnalare il profilo fake e viene tolto subito, mentre se non è attivo il vostro profilo perchè vi siete cancellati, per eliminare il profilo finto devono segnalarlo almeno 15 amici ed il tempo di rimozione si allunga a uno o due giorni. Per questi motivi vi forniremo le giuste misure di sicurezza per evitare la diffusione delle vostre immagini ai vostri contatti con una procedura oramai collaudata da anni, per evitare la creazione di profili finti con il vostro volto e la pubblicazione del vostro video su canali social e canali video esteri per i quali non esiste una censura diretta ed il materiale pubblicato rimane visibile ed indicizzato su google fino alla richiesta di rimozione (cosa che purtroppo abbiamo riscontrato molte volte).

COME PROTEGGERSI DA UNA SEXTORTION CON IL SERVIZIO ANTI ESTORSIONE SESSUALE DI INFORMATICA IN AZIENDA

B) Le “azioni di preparazione al nostro intervento” si riducono invece ad una sola : prendere tempo. Occorre darci il tempo, di solo alcune ore per :

  • preparare tutti i servizi di monitoraggio completo sul web (su google, i principali social network, i canali video come youtube, le piattaforme blog in particolare quelle francesi utilizzate molto dagli estorsori ed i motori di ricerca di siti per adulti)
  • farvi eseguire o eseguire noi per voi tutte le operazioni necessarie per mettere in sicurezza i vostri account e evitare che i vostri contatti aprano i messaggi degli estorsori. Leggere più sotto i vari pacchetti di assistenza che offriamo.

PRIMA DI CONTATTARE IL NOSTRO SERVIZIO ANTI ESTORSIONE SESSUALE LEGGERE QUI :

La nostra assistenza è a pagamento e potete richiedere costi e modalità senza alcun impegno. Le indicazioni più semplici su come comportarsi in caso di estorsione sono pubblicate nel paragrafo precedente ( leggere al paragrafo precedente se non desiderate assistenza a pagamento ). Il nostro pacchetto di assistenza a pagamento offre logicamente molto di più.

Il nostro consiglio è di non cedere mai ad alcuna richiesta economica. Utile la denuncia ma solo nel caso remoto che venisse pubblicato qualcosa sui siti internet per adulti italiani, che non siano social network, per avere una eliminazione veloce dei contenuti anche se ricordiamo che la polizia italiana non ha giurisdizione sui paesi che solitamente compiono queste azioni. Una denuncia più efficace sarebbe pertanto quella all’interpol ma occorre avere l’indirizzo Ip degli estorsori.

Se volete informazioni sulla nostra attività e serietà [ click qui ]. La nostra consulenza a pagamento ( nella massima riservatezza – Leggi con un [ click qui ] l’accordo di Riservatezza per tutte le informazioni fornite dai nostri Clienti ) riguarda :

  • il supporto tecnico per la verifica della sicurezza del vostro account, computer, cellulare, tablet e qualsiasi altro dispositivo anche da remoto ( assistenza computer da remotoassistenza cellulare da remoto ). Se avete fatto click su un link inviatovi dall’estorsore vi consigliamo di fare presto un’analisi in tal senso.
  • le indagini investigative per risalire se possibile all’autore dell’estorsione.
  • l’individuazione dell’estorsore tramite link spia, email tracciante ip, o analisi degli header di un messaggio. Utile se volete presentare delle prove con valore legale alle autorità italiane e quelle internazionali come l’interpol o volete liberarvi da richieste insistenti.
  • il monitoraggio delle pubblicazioni su google, sui social network e sui siti per adulti ( leggere il paragrafo successivo ) per salvaguardare la vostra reputazione.
  • la cancellazione veloce di eventuali pubblicazioni già avvenute o l’intervento immediato per quelle nuove.

INFORMAZIONI SULLA NOSTRA SERIETA’ E RISERVATEZZA

I PACCHETTI DI ASSISTENZA ANTI ESTORSIONE 

I pacchetti sono tre :

1) PACCHETTO SEMPLICE ANTI ESTORSIONE RICATTO SESUALE CON MONITORAGGIO CONTINUO

Acquistando questa soluzione vi forniremo oltre al monitoraggio continuo un vademecum completo (un testo molto lungo con diverse guide scritte da noi consultabili su nostro drive protetto ) con tutte le informazioni utili da seguire, ABBIAMO AIUTATO MOLTE PERSONE, SIAMO I MASSIMI ESPERTI IN QUESTO CAMPO ED IL NOSTRO VADEMECUM E’ UNA FONTE DI INESTIMABILE VALORE PER PROTEGGERE LA TUA REPUTAZONE IN CASO DI ESTORSIONI SESSUALI ED EVITARE CHE GLI ESTORSORI INVIINO FOTO O VIDEO AI TUOI CONTATTI. La prima soluzione quindi vi offre oltre al monitoraggio, un vademecum completo, le cui operazioni indicate richiedono 4 ore di lavoro da parte del cliente, che vi guida su tutto quello che occorre fare per mettervi in sicurezza in modo autonomo ( ci teniamo a precisare che le guide che vi forniamo sono a colori e molto dettagliate ). Viene fornito inoltre un doppio messaggio giornaliero ( mattino e sera ) su whatsapp per informare il cliente su come procede la sua situazione e rassicurarlo che tutto va bene.

Contatta il servizio anti estorsione o ricatto sessuale

2) PACCHETTO PLUS ANTI ESTORSIONE RICATTO SESSUALE : MONITORAGGIO CONTINUO + ASSISTENZA PER MESSA IN SICUREZZA PROFILI SOCIAL + GESTIONE FACEBOOK SUL NOSTRO TELEFONO

Tutto identico al pacchetto 1) con in aggiunta la nostra azione di messa in sicurezza dei vostri profili social ( con il pacchetto A sarete voi a dover fare quanto indicato nel nostro vademecum) e gestione del vostro profilo facebook sul nostro telefono per tutta la durata del monitoraggio. Bloccheremo noi l’estorsore se vi contatta di nuovo e faremo noi tutte le segnalazioni a facebook e tutte le richieste di rimozione di profili fake se fosse necessario. Offriamo la gestione della corrispondenza con l’estorsore da parte del nostro studio ed è la soluzione migliore perché evita a voi di fare passi falsi. Siamo a noi a parlare con l’estorsore e sappiamo come muoverci e con quali tempi. Mantenere il controllo è fondamentale e gli estorsori sono molto abili nel generare paura e paranoie. Assegnare a noi il lavoro significa liberarsi anche da questa posizione soggiogante e dallo stato di ansia che ne consegue

Contatta il servizio anti estorsione o ricatto sessuale

3) PACCHETTO COMPLETO GESTITO DAL NOSTRO STUDIO ANTI ESTORSIONE RICATTO SESSUALE

Voi non dovete pensare a nulla. Consigliamo questo pacchetto a chi svolge un ruolo lavorativo di alto livello o chi fa della moralità un imperativo nella sua vita sociale. Lo scopo è ottenere l’indirizzo IP per procedere con una denuncia all’Interpol. 

Il pacchetto completo anti ricatto sessuale include in più :

  • Assistenza informatica con mandato legale per accedere agli account social del cliente, all’account email o chat e gestire tutte le comunicazioni con l’estorsore ( il pacchetto 2 prevede la gestione solo del social network ). Specifichiamo l’importanza del mandato legale perchè se vi rivolgete a consulenti senza partita iva e fornite loro i vostri accessi sappiate che non siete tutelati. Il nostro mandato invece è legale ed il vostro account sicuro e tutelato, così come tutte le vostre informazioni nella massima riservatezza. Voi non dovete fare più nulla. Pensiamo a tutto noi !
  • servizio link di tracciamento o email di tracciamento dell’estorsore per ottenere indirizzo IP, necessario per la denuncia alle autorità italiane e all’interpol ( una denuncia senza indirizzo ip è una denuncia verso ignoti e non ha esito )
  • Redazione lettera “intimidatoria” con analisi link di tracciamento ed informazioni utili per una denuncia internazionale all’interpol con modulo già pronto e da noi redatto se richiesto
  • Analisi costante del brand aziendale a cui è associato il cliente. Verificheremo che non siano presenti notizie lavorative che possano essere utilizzate dagli estorsori per nuovi contatti verso persone di conoscenza del cliente.
  • servizio di monitoraggio web su google, sui social network ed i principali siti per adulti con frequenze più elevate.
  • Aggiornamenti continui tramite whatsapp sulla vostra situazione e non solo due volte al giorno come per i precedenti pacchetti.

Avete domande ? chiamate il 377-1151946 oppure entrate in chat dal pulsante rosso a fondo pagina oppure compilate il modulo :

Contatta il servizio anti estorsione o ricatto sessuale

SERVIZIO DI MONITORAGGIO REPUTAZIONE ONLINE

MONITORAGGIO DEL VOSTRO NOME e COGNOME o NICKNAME e/o PUBBLICAZIONE IMMAGINI O VIDEO PER SALVAGUARDARE LA VOSTRA REPUTAZIONE

Attenzione : non pensate che se su google non viene rinvenuto il vostro video o immagini di essere sicuri che non siano state pubblicate sui social. Google non indicizza tutti i post dei social network e per farlo occorrono programmi specifici di cui noi disponiamo.

Se lo desiderate possiamo svolgere a pagamento un servizio di monitoraggio del vostro nome, cognome e nickname. Il servizio è già incluso nei pacchetti sopra illustrati. Per la durata di 10 gg o 20 gg ( limite critico indicato dalle statistiche mondali affinchè vi sia una pubblicazione ) effettueremo una ricerca costante degli ultimi risultati su google ( testuali, video e foto – partendo come filtro da 10 gg nel passato dalla data di inizio del monitoraggio ) tramite nostri servizi di online monitoring per parole chiave, in combinazione ad una ricerca manuale :

  • dei dati a sfondo sessuale associati al vostro nome e cognome
  • dai dati a sfondo sessuale associati al vostro nome + città di residenza
  • dei dati a sfondo sessuale associati al vostro nickname social
  • dei dati a sfondo sessuale associati al vostro volto tramite ricerche di fotografie simili

A tal fine e per ulteriori azioni di indagine vi chiederemo di inviarci :

  • data nella quale è avvenuta l’estorsione
  • foto del vostro volto ritratto nel video ( la migliore immagine possibile ) per una ricerca su google delle vostre immagini pubblicate
  • file che vi sono stati inviati tramite chat ( se ancora disponibili )
  • testi dell’estorsore ( se ancora disponibili ) ed eventuale header dei messaggi email
  • nome del vostro nickname utilizzato nel sito dal quale vi è stato richiesto di “spostarvi” su skype o chat facebook
  • nome della vostra città di residenza
  • ip del vostro accesso ad internet se avete un ip fisso

In aggiunta vi inviteremo ad inviarci l’header ed il contenuto del messaggio o dei messaggi che vi sono arrivati per email dall’estorsore per una verifica dell’ip del mittente ed una sua denuncia.

Richiedi il servizio di MONITORAGGIO DELLA REPUTAZIONE ONLINE con un [ click qui]

DENUNCIARE L’ESTORSIONE E’ UTILE? QUALI SONO LA PENE PREVISTE

La denuncia alla polizia postale serve per tutelarvi in caso di pubblicazioni su domini italiani o siti per adulti ed avere un documento da mostrare per una rimozione veloce qualora fosse necessario o comunque per dovere morale nei confronti di chi potrebbe cadere nella stessa trappola e per permettere alle forze dell’ordine italiane di raccogliere quanti più elementi possibili per le operazioni congiunte di polizia internazionale che vengono eseguite con regolarità. Purtroppo la polizia italiana non ha giurisdizione sui paesi extra europei che sono i principali responsabili di questo tipo di estorsioni e non può intervenire direttamente se NON si hanno elementi identificativi certi come un indirizzo IP. Se si blocca semplicemente il truffatore, la vostra denuncia alle autorità italiane o all’interpol sarà contro ignoti e quindi poco efficace ( dovete sapere che se avete il numero di whatsapp estero dell’estorsore è di un telefono usa e getta senza identificazione, stessa cosa per il nominativo che vi verrà fornito per il pagamento su western union o moneygram … tutti dati inventati, senza alcun valore legale e creati solo per perseguire questo tipo di truffe ) e l’estorsore si potrà comunque rifare vivo anche dopo 1 mese per richiedervi nuovamente dei soldi ! Per questi motivi consigliamo di monitorare il web comunque. Molti clienti si sono rivolti a noi perchè pur essendosi tolti dal web hanno scoperto sui motori di ricerca di avere subito delle pubblicazioni che risultavano indicizzate e quindi pubbliche. 

Qual è la pena in italia per il reato di tentata estorsione ?
Il reato di estorsione, prevede che si costringa qualcuno a fare qualcosa che non vuole, per averne un guadagno personale, o tornaconto. Il più delle volte l’estorsione è un reato pecuniario, ovvero ha come finalità quella di farsi dare del denaro non voluto con atti intimidatori.
La pena per l’estorsione semplice è la reclusione, che può andare dai cinque ai dieci anni, e una multa che può variare dagli € 516,00 agli € 2.065,00. Nei casi più gravi, in cui vi siano dei danni seri alla persona minacciata, la pena prevede invece una reclusione che varia dai 6 ai 20 anni, e una pena pecuniaria che oscilla tra gli € 1.032,00 agli € 3.098,00.
Il reato di estorsione è contemplato nel codice penale italiano all’articolo 629. Purtroppo il reato se non è compiuto in territorio giurisdizionale non è perseguibile secondo le nostre leggi. Se l’estorsore vi contattasse da un numero di cellulare whatspp italiano le cose potrebbero cambiare, ma solo se l’intestatario è identificabile e non ha subito il furto del telefono o se il suo documento non è stato contraffatto per ottenere un abbonamento da parte degli estorsori.

PRIMA DI INIZIARE UNA CHAT : cosa controllare e come riconoscere un profilo falso

Elementi da considerare prima di iniziare qualsiasi chat con un estraneo :

  • Un profilo fake o fasullo non ha alcun contatto in comune con voi
  • Richiedere se possibile un contatto telefonico reale ed effettuare un test che il numero sia attivo e la persona corrisponda. Se non è possibile avere un contatto telefonico almeno richiedere un contatto email e scambiarsi qualche messaggio in più giorni ( non uno solo. Esistono email di 10 minuti che si disattivano e non lasciano tracce ). Non cedere mai alla urgenza di vedersi subito !
  • Fare una ricerca su google con il nome del profilo della persona con la quale si vuole chattare
  • Attenzione se ricevete la sequenza di domande tipiche di una estorsione sessuale: se si è soli in casa, se si possiede una web cam e se si desidera fare sesso virtuale

Come riconoscere un profilo falso :

  • I fake, o profili falsi, hanno nomi strani, altisonanti o spiccatamente sensuali, magari di ispirazione straniera o comunque dissonanti rispetto ai profili reali, generalmente composti da nome e cognome
  • nella maggior parte dei casi i profili fasulli hanno solo tre o quattro foto e sempre scattate nello stesso contesto e in nessuna di queste vengono taggate altre persone, come al contrario accade sovente nella community degli utenti reali.
  • se caricate l’immagine del profilo su “google immagini” la trovate utilizzata anche su altri siti (click sull’icona con la macchina fotografia e caricate l’immagine che avete salvato oppure inserite direttamente il link dell’immagine del profilo )
  • un account fake possiede una Timeline praticamente senza dati (a volte capita anche che sulla Timeline dell’account fasullo vengano pubblicati i ringraziamenti per aver accordato la propria amicizia da parte di qualche ingenuo preso all’amo dal fake)
  • solitamente gli account falsi hanno amici sparsi per tutto il mondo senza nessun gruppo definito o una specifica zona geografica
  • solitamente i post di un account fake non sono coerenti uno con l’altro
  • solitamente una persona di un profilo reale è stato taggato almeno una volta in qualche foto
  • il 60% dei profili fake si presentano come persone bisessuali (contro il 10% dei bisex “reali”) e hanno una percentuale di amici sei volte superiore alla media
  • velocità di contatto: un utente fasullo tende a bruciare le tappe, chiedendo subito informazioni personali come numero di cellulare, indirizzo e così via …
  • richiedere una foto, istanza che nove volte su dieci viene respinta al mittente adducendo le scuse più disparate
  • La prova comunque primaria per riconoscere un account fake di Facebook è la voce: grazie all’applicazione Messenger, infatti, oggi è possibile scambiarsi messaggi vocali. Provate ad inviarne uno e ascoltare cosa viene risposto.
  • E’ possibile identificare l’indirizzo IP di un profilo falso grazie ad un link tracciante ( richiedeteci il servizio )

Consigli ulteriori per non cadere nelle truffe. Fai attenzione a :

  • Persone che non conosci direttamente che ti chiedono denaro
  • Persone che ti chiedono di anticipare un importo per poter ricevere un prestito, un premio o altre vincite
  • Persone che ti chiedono di comunicare al di fuori di Facebook (ad es. tramite un altro indirizzo e-mail)
  • Persone che affermano di essere un amico o un parente che si trova in una situazione di emergenza
  • Messaggi o post con imprecisioni ortografiche ed errori grammaticali

Menu di Sezione

Contatti

La nostra APP

Vuoi essere sempre informato sui pericoli informatici?

Blog Allerta Pericoli Informatici