ALLERTA PERICOLI INFORMATICI

Facebook aggiunge la crittografia end-to-end per chiamate audio e video su Messenger

Facebook aggiunge la crittografia end-to-end per chiamate audio e video su Messenger
Written by gestore

Allerta Pericoli Informatici sui Social :
allerta pericoli informatici su facebookallerta pericoli informatici su linkedinallerta pericoli informatici su twitterallerta pericoli informatici su pinterestallerta pericoli informatici su itunes podcast allerta pericoli informatici su telegramallerta pericoli informatici su google newsallerta pericoli informatici su flickr

APP 1 : Allerta Pericoli Informatici
Google Play
Apple Store
APP 2 : AiutamiSi ( tanti servizi gratuiti )
Google Play
Apple Store

Facebook venerdì ha affermato che sta estendendo la crittografia end-to-end (E2EE) per le chiamate vocali e video in Messenger, oltre a testare una nuova impostazione di attivazione che attiverà la crittografia end-to-end per i DM di Instagram.

“Il contenuto dei tuoi messaggi e delle tue chiamate in una conversazione crittografata end-to-end è protetto dal momento in cui lascia il tuo dispositivo al momento in cui raggiunge il dispositivo del destinatario”, ha detto Ruth Kricheli di Messenger in un post. “Ciò significa che nessun altro, incluso Facebook, può vedere o ascoltare ciò che viene inviato o detto. Tieni presente che puoi segnalarci un messaggio crittografato end-to-end se qualcosa non va”.

Intermezzo promozionale ... continua la lettura dopo il box:

Il colosso dei social media ha affermato che E2EE sta diventando lo standard del settore per una maggiore privacy e sicurezza.

Vale la pena notare che il servizio di messaggistica di punta dell’azienda ha ottenuto il supporto per E2EE nelle chat di testo nel 2016, quando ha aggiunto un’opzione di ” conversazione segreta ” alla sua app, mentre le comunicazioni sulla piattaforma sorella WhatsApp sono state completamente crittografate lo stesso anno dopo l’integrazione di Signal Protocollo nell’applicazione.

Inoltre, la società dovrebbe anche avviare un test limitato in alcuni paesi che consente agli utenti di attivare messaggi crittografati end-to-end e chiamate per conversazioni individuali su Instagram.

Le mosse fanno parte del perno di Facebook verso una piattaforma di comunicazione incentrata sulla privacy che la società ha annunciato nel marzo 2019, con il CEO Mark Zuckerberg che ha affermato che “il futuro della comunicazione si sposterà sempre più verso servizi privati ​​e crittografati in cui le persone possono essere sicure di ciò che dicono a ciascuno”. altri rimangono al sicuro e i loro messaggi e contenuti non rimarranno per sempre”.

Da allora le modifiche hanno suscitato preoccupazioni sul fatto che la crittografia completa potrebbe creare nascondigli digitali per i perpetratori, con Facebook che rappresenta oltre il 90% del materiale illecito e di abusi sessuali su minori (CSAM) segnalato dalle aziende tecnologiche, rappresentando anche una sfida significativa quando arriva a bilanciare la necessità di impedire che le sue piattaforme vengano utilizzate per attività criminali o abusive, rispettando al contempo la privacy.

Lo sviluppo arriva anche una settimana dopo che Apple ha annunciato l’ intenzione di scansionare le librerie di foto degli utenti alla ricerca di contenuti CSAM come parte di un’ampia iniziativa per la sicurezza dei bambini che è stata oggetto di un ampio respingimento da parte di utenti, ricercatori di sicurezza, Electronic Frontier Foundation (EFF) e persino dipendenti Apple , suscitando preoccupazioni sul fatto che le proposte potrebbero essere mature per ulteriori abusi o creare nuovi rischi e che “anche una backdoor accuratamente documentata, attentamente ponderata e con un ambito ristretto è ancora una backdoor”.

Il produttore di iPhone, tuttavia, ha difeso il suo sistema , aggiungendo che intende incorporare ulteriori protezioni per salvaguardare la tecnologia dall’essere sfruttata da governi o altre terze parti con “più livelli di verificabilità” o rifiutare qualsiasi richiesta del governo di riutilizzare la tecnologia a fini di sorveglianza.

“Se e solo se raggiungi una soglia di qualcosa dell’ordine di 30 immagini pedopornografiche note corrispondenti, solo allora Apple saprà qualcosa sul tuo account e sa qualcosa su quelle immagini, e a quel punto, conosce solo quelle immagini, non su qualsiasi altra tua immagine”, ha dichiarato il vicepresidente senior dell’ingegneria del software di Apple, Craig Federighi, in un’intervista al Wall Street Journal.

“Questo non è fare un’analisi perché avevi una foto di tuo figlio nella vasca da bagno? O, se è per questo, avevi una foto di qualche altro tipo di pornografia? Questo corrisponde letteralmente solo alle esatte impronte digitali di specifiche immagini pedopornografiche conosciute”, ha spiegato Federighi.

https://thehackernews.com/

Rss Feeds:

Pubblica anteprima dei nostri articoli sul tuo sito :

  Inserisci questo codice per mostrare anteprima dei nostri articoli nel tuo sito e proteggi i tuoi navigatori dai rischi informatici

Alcuni dei Nostri Servizi più richiesti :

Copia Autentica Pagina Web

Copia Autentica Pagina Web

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di autenticazione o copia conforme con valore legale di una pagina web o di una pagina di un social network per ogni tipo di contenuto ( testi, immagini, commenti, video, audio, tag ... ) che viene acquisito in modalità forense.

MONITORAGGIO DELLA REPUTAZIONE ONLINE PERSONALE E AZIENDALE

La nostra società è in grado di offrirvi il Migliore Servizio di Monitoraggio sul web per tutelare la vostra reputazione personale e/o aziendale.

Denuncia per diffamazione su internet o sui social

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di supporto e raccolta di prove informatiche con valore legale per effettuare una denuncia per diffamazione su internet o sui social network

Estorsione o ricatto sessuale online : cosa fare e cosa non fare

Il nostro studio fornisce un servizio professionale con assistenza legale nei casi di estersione o ricatti online

Servizio professionale per la rimozione di recensioni negative

Il nostro studio fornisce un servizio professionale anche di supporto legale per la rimozioni di recensioni online negative, offensive o comunque inappropriate (recensioni negative su tripadvisor, google ...)

Certificazione Chat WhatsApp anche da Remoto

La certificazione di una chat WhatsApp che conferisce ad un messaggio ricevuto il valore di una prova legale, può essere eseguita anche da remoto da uno studio di informatica forense ( ricordiamo che uno screenshot non è ritenuto una prova valida ai fini legali ).



Visits: 5