ALLERTA PERICOLI INFORMATICI Podcast articoli da ascoltare

LA TRUFFA DELLE FALSE OFFERTE DI LAVORO

LA TRUFFA DELLE FALSE OFFERTE DI LAVORO
Scritto da gestore

Allerta Pericoli Informatici sui Social :
allerta pericoli informatici su facebookallerta pericoli informatici su linkedinallerta pericoli informatici su twitterallerta pericoli informatici su pinterestallerta pericoli informatici su itunes podcast allerta pericoli informatici su telegramallerta pericoli informatici su google newsallerta pericoli informatici su flickr

APP 1 : Allerta Pericoli Informatici
Google Play
Apple Store
APP 2 : AiutamiSi ( tanti servizi gratuiti )
Google Play
Apple Store

In questo articolo vi parleremo di un raggiro davvero ben studiato. Quando ci offrono il lavoro dei nostri sogni è molto difficile pensare a un imbroglio, eppure accade. Lo storia di tanti candidati che finiscono tutti in una trappola. Si tratta di una falsa offerta di lavoro costruita in modo magistrale per rubare dati personali e denaro.

La prima fase della piano dei truffatori è quella di ottenere tutti i dati dei possibili candidati. Tramite una ricerca compiuta sui social vengono selezionate le vittime più esposte, ovvero quelle che parlano molto di sè stesse e che offrono dati personali pubblici come età, luogo di residenza, studi, competenze, posizione lavorativa ricercata, abitudini, passioni, obiettivi …

Intermezzo promozionale ... continua la lettura dopo il box:

La fase due è quella di rubare l’identità di un responsabile famoso di una società che potrebbe essere il sogno lavorativo della vittima. Il truffatore si maschera quindi da presidente, amministratore o direttore del personale di un’importante azienda. Vengono create delle offerte di lavoro molto vantaggiose su pagine web false e siti di annunci frequentati dalla vittima, per una candidatura con i requisiti perfetti del malcapitato e a questo punto scatta il contatto. Tramite social, telegram, zoom o skype in forma diretta o tramite annunci esca.

La fase tre è il finto colloquio. L’impostore solitamente spiega che l’intenzione dell’azienda è quella di aprire una nuova filiale proprio nella città della vittima o in un luogo che ama ( e loro lo sanno grazie alle informazioni pubbliche che hanno trovato ). Il colloquio viene logicamente superato ed il candidato-vittima ne è super felice. Proprio in questo momento di gioia arriva una lettera su finta carta intestata aziendale nella quale viene richiesto di inserire dati personali e anche dati delle carte di credito e dei conti correnti, apparentemente necessari per l’accredito dello stipendio. Se questi dati non sono sufficienti a poter prelevare soldi dalla vittima viene proposto in aggiunta o contestualmente di acquistare un kit necessario per lavorare. Il kit ha un costo fisso stabilito dall’azienda e viene mostrata anche una brochure. La vittima paga il kit senza farsi domande, visto che abilmente gli fanno notare che i costi del kit saranno assorbiti dallo stipendio molto danaroso.

La fase quattro con la variante fuga dei malviventi. Il truffatore sparisce. Ogni recapito è stato cancellato, il candidato scopre di essere stato truffato ed oltre alla beffa si rende conto del danno. Amaramente si scopre con un conto in banca più leggero e di nuovo disoccupato.

La fase quattro con la variante avvio di riciclaggio di denaro. La vittima viene realmente assunta ma la sua mansione è differente a quella prevista ed è quella di trasferire somme di denaro, effettuare acquisti e vendite. In realtà, si tratta di operazioni di riciclaggio illegali.

La morale di questa storia è di prestare attenzione a questi elementi prima di cadere in una truffa :

  • attenzione se il contatto per una proposta di lavoro è in direzione inversa, ovvero non siete voi a proporvi ma è la società che vi contatta direttamente
  • attenzione ai dati di referenza forniti da parte di chi vi propone un lavoro. Fatevi sempre inviare una email ed un numero fisso aziendali da verificare e confrontare con quelli presenti online
  • richiedete di prendere visione del contratto di lavoro prima di firmare qualsiasi impegno o inviare qualsiasi dato. Potrete far valutare il contratto da una figura professionale esperta o da un patronato.
  • cercate la società che vi propone il lavoro e dal sito internet ufficiale leggete il numero e fate una telefonata per parlare con il responsabile del personale, trovando una scusa.

Informatica in Azienda diretta dal Dott. Emanuel Celano

Rss Feeds:

Pubblica anteprima dei nostri articoli sul tuo sito :

  Inserisci questo codice per mostrare anteprima dei nostri articoli nel tuo sito e proteggi i tuoi navigatori dai rischi informatici

Alcuni dei Nostri Servizi più richiesti :

Copia Autentica Pagina Web

Copia Autentica Pagina Web

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di autenticazione o copia conforme con valore legale di una pagina web o di una pagina di un social network per ogni tipo di contenuto ( testi, immagini, commenti, video, audio, tag ... ) che viene acquisito in modalità forense.

MONITORAGGIO DELLA REPUTAZIONE ONLINE PERSONALE E AZIENDALE

La nostra società è in grado di offrirvi il Migliore Servizio di Monitoraggio sul web per tutelare la vostra reputazione personale e/o aziendale.

Denuncia per diffamazione su internet o sui social

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di supporto e raccolta di prove informatiche con valore legale per effettuare una denuncia per diffamazione su internet o sui social network

Estorsione o ricatto sessuale online : cosa fare e cosa non fare

Il nostro studio fornisce un servizio professionale con assistenza legale nei casi di estersione o ricatti online

Servizio professionale per la rimozione di recensioni negative

Il nostro studio fornisce un servizio professionale anche di supporto legale per la rimozioni di recensioni online negative, offensive o comunque inappropriate (recensioni negative su tripadvisor, google ...)

Certificazione Chat WhatsApp anche da Remoto

La certificazione di una chat WhatsApp che conferisce ad un messaggio ricevuto il valore di una prova legale, può essere eseguita anche da remoto da uno studio di informatica forense ( ricordiamo che uno screenshot non è ritenuto una prova valida ai fini legali ).