ALLERTA PERICOLI INFORMATICI Truffe online : come difendersi

Gli hacker ritoccano l’Iban nelle email, truffe online per milioni di euro

Written by gestore

Allerta Pericoli Informatici sui Social :
allerta pericoli informatici su facebookallerta pericoli informatici su linkedinallerta pericoli informatici su twitterallerta pericoli informatici su pinterestallerta pericoli informatici su itunes podcast allerta pericoli informatici su telegramallerta pericoli informatici su google newsallerta pericoli informatici su flickr

APP 1 : Allerta Pericoli Informatici
Google Play
Apple Store
APP 2 : AiutamiSi ( tanti servizi gratuiti )
Google Play
Apple Store

Una mail con un falso Iban in modo da intascare milioni di euro. Si tratta di fatture e documenti ineccepibili, nessun linguaggio sospetto o mittente con nomi sconosciuti. Nella posta elettronica arrivano documenti di transazioni e spese vere, dove viene indicato l’ Iban su cui versare i soldi per saldare i propri acquisti. Ed è questo l’unico dato taroccato. Più che polpette ‘avvelenatè, le mail inviate dai nuovi hacker truffatori sono mail ‘ritoccatè, tanto quanto basta per intascare milioni di euro.

L’inganno del ‘Business email compromisè (B.e.c.) riguarda finora centinaia di utenti italiani dall’inizio del 2018, tra cui grandi aziende nostrane truffate per centinaia di migliaia di euro. I cybercriminali, alcuni dei quali operano in Italia e sui quali da mesi sta indagando la polizia postale, hanno messo in piedi un software con il quale ‘bucanò le caselle di posta elettronica aziendali e dopo aver intercettato negli elenchi le parole chiave, come «fattura» o «pagamenti», bloccano le mail inviate prima che arrivino ai destinatari.

Intermezzo promozionale ... continua la lettura dopo il box:

Poi viene sostituito l’Iban di riferimento, ma all’apparenza niente sembra essere stato modificato. Dunque la mail viene recapitata come se nulla fosse cambiato, solo che stavolta c’è il numero di conto corrente dell’hacker. Quei nuovi Iban in realtà portano al bottino dei cybercriminali, spesso risalente a prestanome o conti aperti con documenti falsi. E dopo qualche giorno, alla verifica della transazione, le vittime scoprono che i soldi non sono mai arrivati a chi invece avrebbe dovuto legalmente incassarli.

A farne le spese in Italia sono stati già diversi cittadini che hanno denunciato, ma tra loro ci sono anche grandi aziende, come quelle nel campo dell’edilizia. E le truffe variano dai mille fino alle centinaia di migliaia di euro, che entrano nelle tasche di diversi gruppi hacker esperti, italiani e stranieri, che si appoggiano su server stranieri o operano in Paesi dove è difficile essere tracciati. Secondo gli investigatori, si tratta di pirati informatici esperti e dalla preparazione elevatissima, capaci di mettere insieme sistemi informatici che non solo intercettano le mail, ma le reinviano come se non fossero mai state ‘manomessè, nascondendo alla perfezione le loro tecniche di ‘spoofing’ (la falsificazione di indirizzi Ip oppure di user name e indirizzi di altri utenti).

L’allarme degli investigatori informatici sul B.e.c. era stato lanciato già da qualche anno negli Usa, dove proprio nello scorso giugno l’Fbi ha arrestato decine di persone, individuate tra Nigeria, Canada, Isole Mauritius e Polonia. Ma negli ultimi mesi i truffatori del web sembrano aver preso di mira l’Italia e, finora, l’unico modo per far fronte alle truffe è quello di verificare sempre gli iban su cui versare soldi, anche quando sono presenti in fatture elettroniche o mail che sembrano insospettabili.

Fonte: Il Messaggero

Rss Feeds:

Pubblica anteprima dei nostri articoli sul tuo sito :

  Inserisci questo codice per mostrare anteprima dei nostri articoli nel tuo sito e proteggi i tuoi navigatori dai rischi informatici

Alcuni dei Nostri Servizi più richiesti :

Copia Autentica Pagina Web

Copia Autentica Pagina Web

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di autenticazione o copia conforme con valore legale di una pagina web o di una pagina di un social network per ogni tipo di contenuto ( testi, immagini, commenti, video, audio, tag ... ) che viene acquisito in modalità forense.

MONITORAGGIO DELLA REPUTAZIONE ONLINE PERSONALE E AZIENDALE

La nostra società è in grado di offrirvi il Migliore Servizio di Monitoraggio sul web per tutelare la vostra reputazione personale e/o aziendale.

Denuncia per diffamazione su internet o sui social

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di supporto e raccolta di prove informatiche con valore legale per effettuare una denuncia per diffamazione su internet o sui social network

Estorsione o ricatto sessuale online : cosa fare e cosa non fare

Il nostro studio fornisce un servizio professionale con assistenza legale nei casi di estersione o ricatti online

Servizio professionale per la rimozione di recensioni negative

Il nostro studio fornisce un servizio professionale anche di supporto legale per la rimozioni di recensioni online negative, offensive o comunque inappropriate (recensioni negative su tripadvisor, google ...)

Certificazione Chat WhatsApp anche da Remoto

La certificazione di una chat WhatsApp che conferisce ad un messaggio ricevuto il valore di una prova legale, può essere eseguita anche da remoto da uno studio di informatica forense ( ricordiamo che uno screenshot non è ritenuto una prova valida ai fini legali ).



Visits: 2