ALLERTA PERICOLI INFORMATICI Podcast articoli da ascoltare

Cinque tendenze sulla sicurezza previste per il 2023 : il futuro delle minacce informatiche

Cinque tendenze sulla sicurezza previste per il 2023 : il futuro delle minacce informatiche
Scritto da gestore

Allerta Pericoli Informatici sui Social :
allerta pericoli informatici su facebookallerta pericoli informatici su linkedinallerta pericoli informatici su twitterallerta pericoli informatici su pinterestallerta pericoli informatici su itunes podcast allerta pericoli informatici su telegramallerta pericoli informatici su google newsallerta pericoli informatici su flickr

APP 1 : Allerta Pericoli Informatici
Google Play
Apple Store
APP 2 : AiutamiSi ( tanti servizi gratuiti )
Google Play
Apple Store

Se qualcuno ti dicesse che il duello tra robot IA, avatar canaglia e guerra digitale sarebbe un punto fermo del 2023, potresti non voler uscire di casa. Ma poi ci si aspetta che i criminali informatici prendano di mira anche le infrastrutture critiche che potrebbero vederti spegnere le luci in qualsiasi momento, quindi la minaccia informatica potrebbe raggiungerti anche lì. Trai conforto dal fatto che i rinforzi sono in arrivo e che l’industria della sicurezza informatica sta cercando di reclutare altri 3,4 milioni di professionisti per neutralizzare la minaccia.

Il fatto è che il tasso di attacchi informatici è in aumento. Attualmente ce ne sono oltre due milioni all’anno con un costo economico stimato di $ 10,5 trilioni in tutto il mondo entro il 2025 (rispetto ai $ 3 trilioni nel 2015 e in crescita del 15% all’anno).

Il 2023 promette di essere un anno impegnativo per la sicurezza informatica. Ecco le cinque tendenze chiave che lo modellano:

Intermezzo promozionale ... continua la lettura dopo il box:

1. La corsa agli armamenti per la sicurezza informatica accelererà.

Con i criminali informatici e gli esperti di sicurezza informatica che utilizzano tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale per violare e proteggere i sistemi connessi, il campo di battaglia sta diventando sempre più sofisticato. Nel caso della difesa della sicurezza informatica, l’intelligenza artificiale è stata finora utilizzata principalmente per identificare modelli di comportamento insolito a cui gli esseri umani possono rispondere. A causa del volume di attività sospette e del numero di falsi positivi, il personale addetto alla sicurezza informatica è spesso sopraffatto.

La buona notizia è che nel 2023 e oltre dovremmo essere in grado di riporre maggiore fiducia nelle macchine e utilizzare l’intelligenza artificiale per automatizzare i controlli di sicurezza e i meccanismi di risposta, aiutandoci a rispondere agli attacchi informatici in modo più rapido e accurato, ridurre i possibili tempi di inattività e proteggere persone e aziende -dati critici.

Tuttavia, sebbene l’intelligenza artificiale possa automatizzare il processo di rilevamento delle minacce e fermarle sul loro percorso, si basa sulla comprensione di ciò che viene cercato: un incentivo per i criminali informatici a inventare attacchi mai visti prima e per le aziende a continuare per stare al passo con le tendenze emergenti. Poi c’è lo sviluppo dell’informatica quantistica che un giorno potrebbe vedere le difese odierne violate in pochi secondi.

2. Dovremo essere cauti con chi pensiamo di parlare nel metaverso (mantenendo una salda presa sui nostri portafogli digitali).

Il 2023 è destinato a essere un anno importante per il metaverso con Meta, Microsoft, Virbela e altri che contano sul mainstream dei mondi virtuali. Alla DXC Technology, ad esempio, un recente sondaggio tra il personale ha rivelato che il 57% dei dipendenti ha già partecipato a un evento nel nostro ambiente metaverso privato, con oltre un terzo dei rapporti che è più coinvolto nel proprio lavoro a causa di ciò. In ambienti contenuti e sicuri, il metaverso può aggiungere un’entusiasmante dimensione 3D al lavoro, al riposo e al gioco. Ma in qualsiasi mondo digitale vasto e tentacolare c’è una questione di veridicità. Come fai a sapere che la persona con cui pensi di stare parlando è chi dice di essere? Soprattutto quando la loro “identità” è quella di un avatar digitale che può o non può avere alcuna somiglianza con il loro essere fisico. I certificati digitali, magari costruiti sulla blockchain, potrebbero aiutare.

I certificati digitali potrebbero anche aiutare a proteggere le transazioni virtuali nel metaverso, dove gli utenti saranno tentati di separarsi dai soldi guadagnati duramente dai loro portafogli digitali per servizi che potrebbero essere non resi e irreali. Nel 2023, mentre il metaverso continua ad espandersi, lo farà anche la nostra consapevolezza di questi rischi e dei modi migliori per affrontarli.

3. Gli attacchi alla sicurezza informatica geopolitica aumenteranno ma porteranno anche all’innovazione nella difesa.

L’attacco della Russia all’Ucraina ci ha ricordato nel modo più crudo e brutale possibile che la guerra è ora ibrida e il rischio di attacchi informatici motivati ​​​​geopoliticamente è molto reale. Per sottolineare quanto sia preoccupante la guerra informatica, dobbiamo solo riflettere sul fatto che molte polizze assicurative informatiche vengono ora scritte per escludere atti di guerra informatica, creando sfide per la mitigazione del rischio informatico.

Con le continue tensioni geopolitiche, la minaccia della guerra informatica è destinata a continuare nel 2023. Infatti, con più di 70 paesi che terranno le elezioni governative nel 2023 (eventi spesso presi di mira da attori sponsorizzati dallo stato), sarà un anno impegnativo per le difese della sicurezza informatica .

Tuttavia, c’è molto che possiamo imparare da ciò che abbiamo visto negli ultimi 12 mesi. Lindy Cameron, amministratore delegato del National Cyber ​​Security Center, ha definito “esemplare” la risposta di sicurezza informatica dell’Ucraina alla Russia, affermando che c’è molto che possiamo imparare da essa.

4. Gli attacchi alla sicurezza informatica prenderanno di mira le infrastrutture nazionali critiche che supportano le nostre case.

Quando le luci si spengono o il gas viene interrotto, è improbabile che tu presuma che il fornitore locale di elettricità o la rete energetica sia appena caduto vittima di una violazione della sicurezza informatica industriale. Ma è una minaccia crescente.

La sicurezza informatica della tecnologia operativa (OT) è il campo di battaglia emergente degli attacchi informatici ai sistemi che controllano e automatizzano fabbriche e infrastrutture civili come centrali elettriche e dighe. Con molti di questi sistemi ora connessi in qualche modo a Internet, stanno diventando più inclini agli attacchi informatici.

Nel 2022, le autorità internazionali di sicurezza informatica hanno  emesso numerosi avvisi su operazioni informatiche russe dannose e potenziali attacchi a infrastrutture critiche e sulla scoperta di nuovi malware specifici per OT come  Industroyer2 e InController / PipeDream .

Come per la guerra informatica, le continue tensioni geopolitiche avranno un impatto qui. La minaccia informatica OT crescerà nel 2023, esercitando pressioni sui fornitori di infrastrutture critiche per garantire che rimangano un passo avanti e forniscano la protezione della sicurezza informatica in tutte le loro organizzazioni.

5. Le opportunità di carriera nella sicurezza informatica aumenteranno.

Alcune stime suggeriscono che l’industria della sicurezza informatica a livello globale è a corto di 3,4 milioni di lavoratori.  Con le crescenti minacce provenienti dalle tecnologie avanzate, è probabile che il numero aumenti.

Il divario di competenze informatiche crea opportunità di carriera per persone di ogni età e provenienza. Solo nel Regno Unito, ci sono attualmente oltre 1.100 opportunità di sicurezza informatica per i laureati elencate sul portale delle carriere GradCracker . Ma non sono solo i laureati a trarne vantaggio. Molte aziende offrono la possibilità agli adulti di riqualificarsi in materia di sicurezza informatica, un’opzione popolare per i veterani che spesso sono adatti per essere gli stivali sul campo nella nostra prima linea di difesa contro il crimine informatico.

L’inclusività dello spazio della sicurezza informatica si estende alla neurodiversità. Ad esempio, il programma Dandelion di DXC aiuta le persone neurodivergenti con autismo, ADHD, dislessia e altre condizioni neurologiche a costruire carriere nel settore IT con opportunità nella sicurezza informatica. Pertanto, la crescita della minaccia informatica sta creando una miriade di opportunità di carriera per persone di ogni estrazione.

Le minacce informatiche del 2023 e oltre sono molte e stanno aumentando in velocità e complessità. Ma mentre la minaccia è in aumento, lo è anche la nostra capacità di applicare le tecnologie, gli approcci e il talento più recenti per affrontarli. Nella corsa agli armamenti per la sicurezza informatica, deve vincere la parte giusta.

Fonte : https://dxc.com/

Rss Feeds:

Pubblica anteprima dei nostri articoli sul tuo sito :

  Inserisci questo codice per mostrare anteprima dei nostri articoli nel tuo sito e proteggi i tuoi navigatori dai rischi informatici

Alcuni dei Nostri Servizi più richiesti :

Copia Autentica Pagina Web

Copia Autentica Pagina Web

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di autenticazione o copia conforme con valore legale di una pagina web o di una pagina di un social network per ogni tipo di contenuto ( testi, immagini, commenti, video, audio, tag ... ) che viene acquisito in modalità forense.

MONITORAGGIO DELLA REPUTAZIONE ONLINE PERSONALE E AZIENDALE

La nostra società è in grado di offrirvi il Migliore Servizio di Monitoraggio sul web per tutelare la vostra reputazione personale e/o aziendale.

Denuncia per diffamazione su internet o sui social

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di supporto e raccolta di prove informatiche con valore legale per effettuare una denuncia per diffamazione su internet o sui social network

Estorsione o ricatto sessuale online : cosa fare e cosa non fare

Il nostro studio fornisce un servizio professionale con assistenza legale nei casi di estersione o ricatti online

Servizio professionale per la rimozione di recensioni negative

Il nostro studio fornisce un servizio professionale anche di supporto legale per la rimozioni di recensioni online negative, offensive o comunque inappropriate (recensioni negative su tripadvisor, google ...)

Certificazione Chat WhatsApp anche da Remoto

La certificazione di una chat WhatsApp che conferisce ad un messaggio ricevuto il valore di una prova legale, può essere eseguita anche da remoto da uno studio di informatica forense ( ricordiamo che uno screenshot non è ritenuto una prova valida ai fini legali ).