Instagram, quando bastano un selfie e un numero per finire molestati


Gennaio 12, 2019 Facebook Twitter LinkedIn Google+ ALLERTA PERICOLI INFORMATICI



Allerta Pericoli Informatici : scarica la nostra app e rimani sempre informato :


Servizio di Allerta Pericoli Informatici

Che pericolo ci sarà mai a postare un normale selfie su Instagram? Se sei una giovane ragazza, il pericolo c’è eccome, e Instagram non fa praticamente nulla per proteggerti.

Marta (non è il suo vero nome) è una ragazza svizzera minorenne che, come tante persone della sua età, pubblica dei selfie su Instagram: foto normali, nulla di sconveniente. Ha un account pubblico.

Mi ha chiamato chiedendo aiuto perché qualcuno aveva preso uno dei suoi selfie, aveva creato un account Instagram basato sul suo nome e cognome, e aveva messo nel profilo il suo numero di telefonino con le parole “Scopo gratis”, “Sono una zoccola” e altre volgarità.

 

La ragazza aveva cominciato a ricevere numerose telefonate e molti messaggi su WhatsApp riguardanti quel profilo falso e la sua apparente offerta, e ovviamente si era agitata e spaventata. L’imbecille creatore del profilo forse pensava di fare uno scherzo divertente, una grande spiritosata, ma questa è molestia online; è cyberbullismo.

Le segnalazioni di Marta a Instagram, tramite l’apposita funzione Segnaladell’app di Instagram, non sono servite a nulla. Ho segnalato anch’io l’account fasullo, ottenendo solo questa risposta:

 

“Grazie per aver trovato il tempo di segnalare l’account di [omissis]. Sebbene analizzando l’account che hai segnalato per furto di identità abbiamo riscontrato che non viola le Linee guida della community, le segnalazioni come la tua rappresentano un aspetto importante che contribuisce a rendere Instagram una piattaforma sicura e accogliente per tutti”
Complimenti, Instagram. Vi segnalano un account nel quale sembra che una minorenne pubblichi il proprio numero di telefono e si offra per fare sesso, e per voi “non viola le regole della community”. E intanto il molestatore continua a tormentare la propria vittima, che non sa più a chi rivolgersi. Sospendere l’account segnalato in attesa di accertamenti no, vero?

Per chi si trovasse nella stessa situazione:

mandate un solomessaggio all’account fasullo, dicendogli che quello che sta facendo è molestia e cyberbullismo e quindi è denunciabile, e intimandogli di cancellare subito l’account, ma non dite altro e non dialogate;
chiedete agli amici di segnalare l’account fasullo: è possibile che tante segnalazioni possano attirare l’attenzione dell’assistenza di Instagram;
non limitatevi a cliccare su Segnala nell’app, ma consultate (preferibilmente usando un computer, non il telefonino) la sezione Account che fingono l’identità di altre persone o entità di Instagram: troverete un questionario da compilare, al quale allegare “una foto chiara che ti ritrae con il documento di identità accettato in mano”;

i documenti accettati sono per esempio: certificato di nascita, patente di guida, certificato di matrimonio, documento di identità ufficiale diverso dalla patente di guida (per esempio una carta d’identità nazionale), passaporto;
deve essere la persona impersonata a inviare la segnalazione, dal proprio account;

 

In alcuni casi la polizia può intervenire autorevolmente: Instagram spiega qui che “in caso di pericolo imminente per un bambino o rischio di morte o serio danno fisico a una persona, un rappresentante delle forze dell’ordine può inviare una richiesta usando il sistema di richieste online per le forze dell’ordine su facebook.com/records”. In Svizzera, per esempio, c’è il Gruppo Visione Giovani della Polizia Cantonale.
In questo caso, oltre a consigliare a Marta di parlare della situazione con i propri genitori (cosa difficile, lo so) e guidarla nel raggiungere il modulo di segnalazione, ho provato inoltre a scrivere un tweet pubblico ad Adam Mosseri, Head di Instagram, riassumendo la situazione:

Non so se è stato merito del tweet, della segnalazione dettagliata con documento d’identità fatta da Marta o di un ripensamento da parte del molestatore, ma alla fine l’account fasullo è scomparso.

Tutto è bene quel che finisce bene, ma purtroppo questa storia ripropone un problema spesso trascurato: più cose personali pubblichi, più è facile che qualcuno ne abusi. E i social network non offrono strumenti di difesa efficaci e rapidi.

È triste doverlo fare, ma mi tocca dare un consiglio: tenete privati i vostri account Instagram se ci mettete cose personali, anche se vi sembrano innocue. Una ragazza avrebbe il diritto di farsi vedere in pubblico senza essere molestata, ma a causa degli imbecilli allupati deve prendere delle precauzioni.

A proposito di imbecilli: il primo di tutti sei tu, quello che ha creato l’account falso. Ma anche gli altri che hanno telefonato a una quattordicenne cercando sesso non sono migliori. Tormentare una ragazzina vi fa sentire grandi? Sì, grandi coglioni. Fate pena.

https://www.zeusnews.it/n.php?c=27012

Servizio di Allerta Pericoli Informatici

 


Fonte :

Link alla fonte

Alcuni dei Nostri Servizi più richiesti :

Copia Autentica Pagina Web

Copia Autentica Pagina Web

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di autenticazione o copia conforme con valore legale di una pagina web o di una pagina di un social network per ogni tipo di contenuto ( testi, immagini, commenti, video, audio, tag ... ) che viene acquisito in modalità forense.

Denuncia per diffamazione su internet o sui social

Il nostro studio fornisce un servizio professionale di supporto e raccolta di prove informatiche con valore legale per effettuare una denuncia per diffamazione su internet o sui social network

MONITORAGGIO DELLA REPUTAZIONE ONLINE PERSONALE E AZIENDALE

La nostra società è in grado di offrirvi il Migliore Servizio di Monitoraggio sul web per tutelare la vostra reputazione personale e/o aziendale.

Servizio professionale per la rimozione di recensioni negative

Il nostro studio fornisce un servizio professionale anche di supporto legale per la rimozioni di recensioni online negative, offensive o comunque inappropriate (recensioni negative su tripadvisor, google ...)

I segreti della Truffa online : come smascherare un truffatore

Questa sezione del nostro portale di assistenza sui rischi informatici desidera offrire un aiuto a tutti coloro che sono stati vittima di una truffa online o hanno il sospetto di avere a che fare con un truffatore.

Certificazione Chat WhatsApp anche da Remoto

La certificazione di una chat WhatsApp che conferisce ad un messaggio ricevuto il valore di una prova legale, può essere eseguita anche da remoto da uno studio di informatica forense ( ricordiamo che uno screenshot non è ritenuto una prova valida ai fini legali ).

Soluzioni Backup per tutte le esigenze anche con criptazione dati

La nostra società offre un servizio completo per le esigenze di backup di privati ed aziende. Lasciatevi consigliare dai Professionisti del Backup per conservare i vostri dati sempre al sicuro e protetti con le migliori tecnologie a disposizione in ottemperanza dei nuovi decreti in materia di protezione dei dati personali ed in osservanza a tutte le normative europee vigenti, anche con crittografia end-to-end per salvaguardare il valore dei vostri contenuti.

Estorsione o ricatto sessuale online : cosa fare e cosa non fare

Il nostro studio fornisce un servizio professionale con assistenza legale nei casi di estersione o ricatti online



Rss Feeds: